SOSPENSIONE PATENTE: PROVA DELLA TARATURA DELL’ETILOMETRO

taratura etilometro

Il Giudice di Pace di Alessandria con sentenza del 14 maggio 2020 ha disposto l’annullamento del provvedimento di sospensione della patente perché la prefettura non ha dimostrato la taratura e il corretto funzionamento dell’etilometro utilizzato

Il conducente, fermato alla guida con tasso alcolemico pari a 1,84 g/l alla prima prova e 1,86 g/l alla seconda prova, aveva ricevuto il provvedimento di sospensione della patente di guida per 10 mesi e fino all’esito favorevole dell’esame medico di revisione in seguito alla contestata violazione dell’art. 186 del Codice della Strada.

Il Giudice di Pace richiama  il principio espresso dalla Cassazione in base al quale, allorquando l’alcoltest risulti positivo, costituisce onere della Pubblica Amministrazione fornire la prova del regolare funzionamento dell’etilometro, della sua omologazione e della sua sottoposizione a revisione periodica

Lo stesso giudice osserva che la decisione è allineata all’orientamento della cassazione penale (cfr., ex multis, Cass., sent. n. 38618/2019).

Sulla materia si è espressa la Corte Costituzionale con la sentenza n. 113 del 29 aprile 2015, che ha dichiarato la parziale illegittimità del D.lgs. n. 285 del 1992, art. 45, comma 6, nella parte in cui non prevedeva che tutte le apparecchiature impiegate per l’accertamento delle violazioni dei limiti di velocità fossero sottoposte a verifiche periodiche di funzionalità e taratura, così esonerando gli utilizzatori dall’obbligo di verifica periodica.

La cassazione penale da tempo si è adeguata, così, alle decisioni della Corte Costituzionale, recepito già dalla giurisprudenza civile, modificando il tradizionale orientamento, che voleva onere della difesa dell’imputato fornire una prova della sussistenza di difetti di funzionamento dello strumento utilizzato

Il giudice di Alessandria osserva, quindi che la Prefettura ha omesso, nel giudizio di opposizione, la prova del completo espletamento delle attività strumentali alla verifica del corretto funzionamento dell’apparecchio utilizzato per la misurazione effettuata.

Di conseguenza ha accolto il ricorso annullando la sanzione.

Link e documenti:
Sentenza Giudice di Pace di Alessandria 14 maggio 2020


Tutti possono richiedere l’assistenza legale nella procedura conseguente all’accertamento di violazioni del codice della strada, guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti. Per informazioni contattare la nostra sede

scrivi a   info@aecifirenze.it
o telefona al numero 055 9362294

Patente Ritirata o sospesa Chiamaci Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *