articoli Per utenti di servizi bancari e finanziari
FONDI IMMOBILIARI: LE POSTE STUDIANO RISARCIMENTI PER RISPARMIATORI

FONDI IMMOBILIARI: LE POSTE STUDIANO RISARCIMENTI PER RISPARMIATORI

Possibili risarcimenti per chi ha investito nei fondi immobiliari Invest Real Security, Obelisco, Europa Immobiliare 1 e Alpha,  collocati da Poste Italiane negli anni dal 2002 al 2005,  per le perdite subite dagli investitori a causa del crollo dei prezzi del mercato immobiliare negli ultimi 10 anni.
Con i fondi immobiliari  vengono reperiti capitali dal risparmio mediante vendita di quote, per acquistare  immobili da rivendere o affittare sul mercato. Ma il mercato immobiliare è crollato a causa della crisi economica e di conseguenza i fondi immobiliari sono andati in forte perdita.
Al 30 giugno 2016, la valutazione dei periti di Obelisco era di 1118 euro, quella di Europa Immobiliare 1 si fermava a 1314 euro. Alpha era valutato 3304 euro ma dal 2012 non distribuisce proventi e ha chiesto una proroga di 15 anni. I pensionati che hanno investito dovranno attendere fino al 2030. 
In particolare  In particolare è andato molto male Il fondo Invest Real Security. Gli immobili sono stati ultimamente venditi a prezzi stracciati. Il centro commerciale di Andria è stato venduto ad 8.8 milioni. Risultato una minusvalenza di 14.2 milioni. Per il centro commerciale di Bologna si è registrata una perdita di 11.9 milioni. Un immobile a Rutigliano ha fatto incassare un segno negativo per 1.76 milioni. E ancora un palazzo a Cinisello Balsamo ha registrato una minusvalenza di 3.5 milioni. Uno stabile a Torino è stato ceduto perdendo 9.4 milioni.
Giunto a termine il 31/12/2016. Il rimborso stimato di IRS si aggira sui 400 euro per ogni quota. L'investimento iniziale per ogni quota è stato di 2500 euro. Il mercato del mattone è crollato nel 2008, con forte  perdita degli 850 milioni di euro investiti.
La scadenza del fondo Invest Real Security al 31 dicembre 2016 è arrivata dopo un prolungamento di un triennio che non è stato sufficiente per limitare le perdite. Il rimborso finale complessivo per importi residuali sarà determinato con la liquidazione del fondo. In 13 anni il fondo ha prodotto 658 euro per quota. A conti fatti il rimborso complessivo non si avvicinerà mai ai 2500 euro per quota.

Poste Italiane sarebbe a lavoro per un risarcimento concordato con i sottoscrittori dei 4 fondi flop. Un risarcimento che potrebbe in ogni caso essere insufficiente per compensare perdite ingentissime.

Questa tipologia di investimenti ad alto rischio di norma non è destinata ai piccoli risparmiatori, tuttavia i risparmiatori hanno sempre riposto grande fiducia in Poste Italiane e nella sua affidabilità. Il rapporto di fiducia rischia ora di incrinarsi, per cui dall'azienda informano di  iniziative a beneficio dei clienti sottoscrittrici del “fondo immobiliare IRS, nell’intenzione di  “consolidare, ancora una volta, il rapporto storico che l'azienda ha con i cittadini, fondato sulla trasparenza, sulla fiducia e sull'affidabilità”.
Le associazioni di consumatori INTANTO preannunciano richieste di risarcimento per tutelare i piccoli investitori mentre si prevedono  anche inchieste su possibili speculazioni in danno degli investitori.
A guadagnarci nella operazione sembrano essere soprattutto le Sgr che  hanno proseguito a percepire annualmente commissioni tra lo 0,8 e l'1,8% del valore del fondo, Investire Sgr, società del Gruppo Finnat gestore dell'Invest Real Security e del fondo Obelisco. Vegagest Sgr ha curato il fondo Europa Immobiliare 1, mentre Fimit Sgr, controllata dal Gruppo De Agostini (64%) e dall'Inps (29,7%), ha gestito il fondo Alpha.
La prossima scadenza è prevista per il fondo Obelisco, che sarà chiuso nel 2018. Anche il Fondo Immobiliare Europa 1 rischia di penalizzare i piccoli investitori visto che, secondo alcuni calcoli, dopo che è stato collocato nel 2004 avrebbe perso l'82% del valore delle sue quote.
 Il fondo Alpha Ha una scadenza molto più lunga, il 2030 salvo la facoltà per la società di porre in liquidazione anticipata il fondo.


L'Ufficio Legale di AECI in collaborazione con StudioCredit  assiste i soci nella verifica delle anomalie contrattuali  e in tutte le controversie bancarie e finanziarie.
Per i costi dell'azione  giudiziaria consultare la nota  spese e tariffe riservate ai soci

Descrivi il Tuo Caso

                                                                             truffati da Banca popolare di bari

 ISCRIVITI ON LINE

 

 



09-01-2017

Pubblicato da: AECI - StudioCredit






multimediaArea Riservata
area consumatore





multimediaInfo Assistenze
multimediaArticoli Correlati
servizi