articoli Assistenza Legale
AUTOVELOX NON TARATI: CASSAZIONE CONFERMA L'ANNULLAMENTO DELLE MULTE

AUTOVELOX NON TARATI: CASSAZIONE CONFERMA L'ANNULLAMENTO DELLE MULTE

La Cassazione con ordinanza del  22889 depositata il 26 settembre 2018 si è pronunciata riguardo la invalidità delle multe per eccesso di velocità rilevato tramite autovelox.
L’ordinanza ha stabilito che laddove il comune non provi la taratura periodica dell’apparecchiatura autovelox la multa può essere annullata dal Giudice di Pace. Gli ermellini hanno richiamato la sentenza della Corte Costituzionale n. 113/2015 che  aveva rilevato come l’assenza di verifiche periodiche di funzionamento e di taratura è suscettibile di pregiudicare l’affidabilità metrologica a prescindere dalle modalità di impiego delle apparecchiature destinate a rilevare la velocità. 

La sentenza consegue alla declaratoria di illegittimità costituzionale dell'art. 45 C.d.S., comma 6, per contrasto con l'art. 3 Cost., della norma così come interpretata nel "diritto vivente", con sent. Corte Cost. n. 113/2015.
La Corte costituzionale ha rilevato come l'assenza di verifiche periodiche di funzionamento e di taratura è suscettibile di pregiudicare l'affidabilità metrologica a prescindere dalle modalità di impiego delle apparecchiature destinate a rilevare la velocità. In particolare, la Consulta ha osservato che "quanto al canone di razionalità pratica, appare evidente che qualsiasi strumento di misura, specie se elettronico, è soggetto a variazioni delle sue caratteristiche e quindi a variazioni dei valori misurati dovute ad invecchiamento delle proprie componenti e ad eventi quali urti, vibrazioni, shock meccanici e termici, variazioni della tensione di alimentazione. Si tratta di una tendenza disfunzionale naturale direttamente proporzionata all'elemento temporale. L'esonero da verifiche periodiche, o successive ad eventi di manutenzione, appare per i suddetti motivi intrinsecamente irragionevole. I fenomeni di obsolescenza e deterioramento possono pregiudicare non solo l'affidabilità delle apparecchiature, ma anche la fede pubblica che si ripone in un settore di significativa rilevanza sociale, quale quello della sicurezza stradale.
Ne deriva che  la taratura dell'apparecchiatura risulta necessaria e che solo a condizione che vi sia espressa indicazione nel verbale dell'avvenuto adempimento, il rilevamento può presumersi affidabile, essendo onere dell’opponente di contestare la cattiva fabbricazione, installazione e/o funzionamento del dispositivo.


L'Ufficio legale di EuroConsumatori  assiste i soci in materia di opposizione a illegittime sanzioni per violazioni del codice della strada, e in generale nei  procedimenti relativi alla applicazione di sanzioni amministrative.

Descrivi  Tuo caso  

ISCRIVITI ON LINE PER RICEVERE CONSULENZA PERSONALIZZATA

   modulo contatti  

scrivi a   info@aecifirenze.it
o telefona al numero 055 9362294



30-10-2018

Pubblicato da: Aeci Firenze






multimediaArea Riservata
area consumatore





multimediaInfo Assistenze
multimediaArticoli Correlati
servizi