articoli Per utenti di servizi bancari e finanziari
TITOLI SPAZZATURA: LA BANCA DOVEVA AVVERTIRE DEL RISCHIO IL CLIENTE

TITOLI SPAZZATURA: LA BANCA DOVEVA AVVERTIRE DEL RISCHIO IL CLIENTE

Il Tribunale di Massa, con sentenza  n.880/2017, emessa in data 25.10.2017, ha condannato la Cassa di Risparmio di Carrara S.p.A. alla restituzione a favore di un risparmiatore della somma investita originariamente oltre che degli interessi legali maturati, dalla data dell’investimento a quella del saldo, nonché delle spese di giudizio. Il Tribunale ha rilevato che la banca si è resa responsabile ai danni di questo risparmiatore, residente a Marina di Massa, di un grave inadempimento per non aver avvertito il proprio cliente dell’avvenuta modifica del rischio legato al titolo della Lehman Brothers prima del default del settembre del 2008. Sulla base delle numerose perizie effettuate in più Tribunali d’Italia, appare infatti acclarato che già nell’autunno 2007 – primavera – estate del 2008 il rischio legato a detta obbligazione fosse fortemente aumentato nonostante quanto affermassero le agenzie internazionali di rating.
Nel caso di specie la banca si era impegnata con postilla inserita sull’ordine di acquisto non solo ad avvertire il cliente della fuoriuscita del titolo dal paniere titoli sicuri del Consorzio Patti Chiari, ma anche a segnalare ogni eventuale variazione di rischio legata alla obbligazione Lehman Brothers.

Tale pronuncia del Tribunale di Massa conferma l'orientamento dei tribunali, secondo i quali l'inadempimento dell'obbligo contrattuale di venire informati, in caso di variazioni di rischio,  comporta la responsabilità della banca per l' intera perdita sopportata dall'acquirente.

Link e documenti:
Sentenza del tribunale di Massa n. 880/2017   


Ufficio Legale di EuroConsumatori assiste i soci in sede giudiziale e stragiudiziale nelle controversie relative ai servizi di investimento.
Descrivi il Tuo Caso

 

modulo contatti  
ISCRIVITI ON LINE PER RICEVERE CONSULENZA PERSONALIZZATA

scrivi a   info@aecifirenze.it
o telefona al numero 055 9362294

 

 

 



02-11-2017

Pubblicato da: EuroConsumatori Firenze - Ufficio Legale






multimediaArea Riservata
area consumatore





multimediaInfo Assistenze
multimediaArticoli Correlati
servizi