articoli Per utenti di servizi bancari e finanziari
VENETO BANCA: LE SANZIONI DELLA CONSOB

VENETO BANCA: LE SANZIONI DELLA CONSOB

Oltre 5 milioni la multa che  la Commissione nazionale per le società e la Borsa ha imposto all’istituto con obbligo regresso verso gli autori delle violazioni Le delibere sono state pubblicate nel bollettino periodico
All’ex amministratore delegato Vincenzo Consoli, la multa ammonta complessivamente a 540mila euro, per «comportamenti irregolari nei finanziamenti concessi ai clienti per l’acquisto di azioni» e «in relazione all’attività di raccolta di intenzioni di sottoscrizione dell’aumento di capitale 2014». Multati anche gli ex presidenti Flavio Trinca, Francesco Favotto e Pierluigi Bolla, gli ex vice presidenti Alessandro Vardanega e Cristina Rossello, i componenti degli ultimi consigli di amministrazione e del collegio sindacale. La multa punisce in particolare i comportamenti  di 36 ex amministratori., in quanto, si legge nelle motivazioni:
- ha omesso di dotarsi di procedure adeguate e tenuto comportamenti scorretti in materia di valutazione di adeguatezza delle operazioni

- ha tenuto comportamenti irregolari nei finanziamenti concessi ai clienti per l’acquisto delle azioni di propria emissione, i quali hanno condotto a un’alterazione del processo decisionale di investimento da parte della clientela
ha omesso di dotarsi di procedure adeguate in materia di pricing delle azioni di propria emissione» e infine «fornito alla stessa Consob, in occasione dell’operazione di aumento di capitale 2014, informazioni rivelatesi non veritiere a seguito degli accertamenti ispettivi
Una multa da 535mila comminata direttamente a Veneto Banca per le comunicazioni in merito alla determinazione del prezzo delle azioni in occasione delle assemblee degli azionisti, nonché per «la mancata diffusione al pubblico del comunicato concernente l’acquisizione del portafoglio di prestiti ipotecari vitalizi da Jp Morgan» avvenuta nel 2015 e, «nell’ambito della cessione delle partecipazioni detenute in Bim e Ipibi», la mancata comunicazione al pubblico «della correlazione della cessione di Ipibi con il processo di dismissione della partecipazione di maggioranza di Bim» e «degli impegni di riacquisto assunti da Veneto Banca e scaturiti dagli accordi sottoscritti il 5 aprile 2010». 

Link e documenti:
Bollettino Consob


L'Ufficio Legale di AECI in collaborazione con StudioCredit  assiste i soci in sede giudiziale e stragiudiziale nelle controversie relative ai servizi di investimento.
Per i costi dell'azione  giudiziaria consultare la nota  spese e tariffe riservate ai soci

Descrivi il Tuo Caso

 

modulo contatti  
ISCRIVITI ON LINE PER RICEVERE CONSULENZA PERSONALIZZATA

scrivi a   info@aecifirenze.it
o telefona al numero 055 9362294

 

 

 

 

 

 



29-08-2017

Pubblicato da: AECI - StudioCredit






multimediaArea Riservata
area consumatore





multimediaInfo Assistenze
multimediaArticoli Correlati
servizi