articoli Malasanità e Diritti del Paziente
ERRATO REFERTO: ASL DEVE RISARCIRE I PARENTI DEL PAZIENTE  DECEDUTO

ERRATO REFERTO: ASL DEVE RISARCIRE I PARENTI DEL PAZIENTE DECEDUTO

Il Tribunale civile di Velletri ha riconosciuto 660mila euro di risarcimento ai familiari di un uomo morto nel 2009 a 61 anni per un tumore al polmone non diagnosticato quattro anni per un errore nella lettura dell’esame radiologico   prima.  Condannata a pagare per danno morale per la perdita del parente la Azienda Sanitaria dove l'uomo effettuò nel 2005 una Tac che non venne ben interpretata dal radiologo, il quale rassicurava nel referto: «Non alterazioni densitometriche a carico del parenchima polmonare » Nel 2008 invece ripetuto l'esame in un altro centro diagnostico a Roma veniva refertato adenocarcinoma con metastasi diffuse.  Furono inutili l'intervento chirurgico e la chemioterapia; il paziente morì dopo pochi mesi. La Tac del 2005 fu ricontrollata e venne riscontrato l'errore nel referto del radiologo che non si era accorto della presenza del tumore Secondo i medici legali della famiglia e il consulente del Tribunale, se fosse stato curato per tempo si sarebbe salvato.

Il Giudice Renato Buzi con la sentenza di primo grado  pubblicata qualche giorno, fa ha sottolineato il ritardo nel necessario ed  improcrastinabile intervento chirurgico e farmacologico, che è stato quindi fatale, ed accertato il nesso di causalità tra «l'inesatto adempimento» e la morte del paziente riconoscendo ai familiari il risarcimento di 660 mila euro per il danno morale sofferto in conseguenza del lutto. La causa civile é durata circa quattro anni.

 L'Azienda sanitaria anche di fronte all'evidenza ha rifiutato qualsiasi ipotesi di mediazione arrivando poi a pagare un importo molto superiore a quello proposto per chiudere la vicenda prima di avviare la causa.


L'Ufficio Legale di AECI assiste su tutto il territoprio nazionale i soci nell'accertamento del danno derivante da responsabilità medica e nelle azioni per il giusto risarcimento dei danni da malasanità. Per richiedere la valutazione del caso è sufficiente contattare i nostri Uffici per telefono  055 9362294 ,  tramite e-mail   o tramite il form di contatto        

Descrivi  Tuo casorisarcimenti errore medico

ISCRIVITI ON LINE



28-04-2017

Pubblicato da: AECI Firenze - Ufficio Legale






multimediaArea Riservata
area consumatore





multimediaInfo Assistenze
multimediaArticoli Correlati
servizi